Campsirago Residenza 

produzioni

PLEIADI ART PRODUCTIONS

Pleiadi Art Productions nasce in una notte d'estate del 2015, durante una traversata tra Malta e Lampedusa a bordo del veliero Hoppet, navigando per il progetto internazionale Meeting the Odyssey.

Pleiadi Art Productions è un progetto di produzione aperto e multidisciplinare che prende vita dall’esperienza teatrale e performativa di Michele Losi, incentrata sulla sperimentazione nell’ambito della performing art, del teatro nel paesaggio e delle produzioni site-specific e dall’esperienza artistica dell’attrice Mariasofia Alleva. Nel corso del 2016 entrano nel collettivo Riccardo Calabrò, drammaturgo, Marialuisa Bafunno, scenografa, Stefania Coretti, costumista e artista visiva, Alberto Sansone, videomaker, Diego Dioguardi, sound designer, musicista e dj.

Per Pleiadi l’eccellenza di qualsiasi Arte risiede nella sua intensità, nell’urgenza di creare bellezza, riflessione, coinvolgimento emotivo e spirituale e nella capacità di aderire ai bisogni politico-culturali della società in cui viviamo. La comprensione e l’ascolto del mondo circostante, delle sue tensioni e mutazioni, dei suoi drammi e delle sue contraddizioni, delle sue meraviglie e rarità, costituiscono il terreno di ricerca alla base delle ideazioni artistiche del collettivo.

Pleiadi è un luogo aperto ad artisti di diverse discipline e provenienze che condividono l’intento di creare Arte anche per coloro che non sono soliti frequentarla: per chi, ad esempio, a teatro non è mai entrato o ha smesso di entrare.

Il collettivo è composto da un gruppo di giovani artisti che a seconda del progetto collaborano tra loro e/o con altri attori, performer, musicisti, danzatori, artisti visivi. Grazie alle diverse competenze dei sette componenti il gruppo (i sette samurai?), Pleiadi pone al centro della propria ricerca l’urgenza di ciascuno, l’idea che nasce dalle collettive suggestioni, il progetto figlio della discussione e della sintesi. Tale modalità è una scelta poetica e politica di creazione, che consente la realizzazione di opere artistiche multiformi, grazie ai molteplici punti di vista dei componenti il collettivo e alla sperimentazione di ciascuno. Questo consente agli artisti di Pleiadi di indagare anche ambiti creativi solitamente meno frequentati. Un grande amore per i classici accompagnato da tensione e curiosità verso le nuove sensibilità del teatro e della performing art porta Pleiadi a produrre prosa ed azioni site specific, alla scoperta di spazi performativi non convenzionali e dei loro delicati e inaspettati equilibri. Ogni luogo chiama creazioni differenti ed ogni lavoro muta a seconda delle influenze ricevute dai luoghi stessi, urbani o naturali che siano, e da chi li abita. È nostra urgenza coinvolgere lo spettatore nelle grandi tematiche esistenziali cui l’uomo è per natura teso, anche creando spettacoli in cui renderlo protagonista e partecipe dell’azione performativa.

Il corpo, centro della nostra ricerca, insieme a suono, immagini, video e luci concorre alla creazione di un’esperienza artistica completa.

spettacoli

formazione

La mia arte di ostetrico rassomiglia a quella delle levatrici, ma ne differisce in questo; che provvede alle anime partorienti e non ai corpi. E la piú grande capacità sua è ch’io riesco, per essa, a discernere sicuramente se fantasma e menzogna partorisce l’anima del giovane, oppure se cosa vitale e reale. Poiché questo ho di comune con le levatrici, che anch’io sono sterile... di sapienza; e il biasimo che già tanti mi hanno fatto, che interrogo sí gli altri, ma non manifesto mai io stesso su nessuna questione il mio pensiero. E la ragione è appunto questa, che il dio mi costringe a fare da ostetrico [..] quelli che amano stare con me, se pur da principio appariscano, alcuni di loro, del tutto ignoranti, tutti quanti poi, seguitando a frequentare la mia compa- gnia, ne ricavano, purché il dio glielo permetta, straordinario profitto. Ed è chiaro che da me non hanno imparato nulla, bensí proprio e solo da se stessi molte cose e belle hanno trovato e generato; ma d’averli aiutati a generare, questo sí, il merito spetta al dio e a me.

Socrate, dal Libro I delle Opere di Platone

laboratori

Pleiadi Art Productions si approccia al delicato ambito della formazione offrendo a giovani ed adulti un percorso professionale multidisciplinare di gioco e studio attraverso le Arti. L’intento, nell’affrontare percorsi di formazione professionale, è quello di aiutare l’allievo a predisporsi alla propria creazione personale.

Presso l’ Accademia d’alta formazione “Adiacademy” di Monza.
L’esperienza ha visto coinvolti Riccardo, Marialuisa, Michele e Mariasofia con l’obiettivo di guidare gli allievi ad una creazione personale ed originale di monologhi teatrali. Al termine del corso gli studenti hanno messo in scena i loro personaggi e costruito il loro ambiente per una presentazione nale aperta al pubblico, una performance itinerante all’interno dell’accademia.

laboratori

Laboratorio di teatro con i rifugiati

Presso i campi profughi delle isole Leros e Lesbo (Grecia).
L’esperienza ha visto coinvolti Mariasofia, Michele, Stefano Alleva (regista), Giancarlo Biffi e Davide Madeddu (Cada Die Teatro, Sardegna), Erni Li (fotografa, China) Antoine Fontaine (video maker, Francia), Natale Losi e Carol Djedda (etnopsicologi).
Il laboratorio di teatro sociale condotto principalmente con bambini, adolescenti e minori non accompagni aveva l’obiettivo di costruire dinamiche positive in un contesto di forte sofferenza e disagio causato da guerra ed emigrazione forzata.

learning week

Presso Campsirago Residenza con gli studenti dei Licei Artistici “Nanni Valentini” di Monza e “Medardo Rosso” di Lecco.
L’esperienza ha visto coinvolti Michele, Marialuisa, Riccardo, Diego, Stefania e la danzatrice Noemi Bresciani con l’obiettivo, attraverso una settimana intensiva e residen- ziale di lavoro, di arrivare ad una composizione originale di performance teatrale nel paesaggio.

eroi di oggi: istruzioni per l'uso

Presso Campsirago Residenza con gli studenti della scuola media di Carimate (MI).
L’esperienza ha visto coinvolti Mariasofia e Michele ed aveva come obiettivo la scoperta del Teatro come strumento di divertimento, di stimolo all’immaginazione personale, di costruzione del gruppo classe e di sensibilizzazione alla cooperazione.

Eroi di oggi: istruzioni per l'uso

persone

Mariasofia Alleva

Mariasofia Alleva - attrice
Diplomata nel 2013 presso l’Accademia d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, Mariasofia cresce tra Roma e Umbria ed inizia il suo percorso artistico a partire dalla danza classica e contemporanea fino all’attuale studio della danza swing e blues.
Approfondisce l’insegnamento del metodo Laban con la pedagoga Maria Consagra e studia con Danio Manfredini. Nel 2013 entra a far parte della “Popular Shakespeare Company “ di Valerio Binasco, con cui lavora ne “Il Bugiardo” di Goldoni nel ruolo di Colombina (produzione TeatroDue di Parma) e recita in alcune fiction televisive italiane e svizzere.
Lavora come insegnante di recitazione e nel 2016 ha partecipato al progetto europeo Meeting The Odyssey, realizzando laboratori presso i campi profughi di Leros e Lesbo. È fondatrice nel 2015 del collettivo artistico Pleiadi Art Productions, dove lavora come ideatrice e attrice. Nella prima produzione, Moby Dick, interpreta il ruolo di Ismaele.

Marialuisa Bafunno

Marialuisa Bafunno - scenografa
Si diploma in Scenografia presso l’Accademia di Belle Arti NABA di Milano, città dove attualmente vive e lavora.
Ha all’attivo diverse collaborazioni come scenografa e performer, principalmente nell’ambito teatrale tra cui la compagnia LIS LAB Performing Arts, in cui conduce un percorso human e site specific all’interno di percorsi esperienziali per lo spettatore. I più importanti fra questi sono Il Maggiore ad inaugurare il nuovo teatro di Verbania e lo spettacolo Soup.
Fa parte del collettivo artistico Kokoschka Revival con il quale allestisce spettacoli teatrali e performance dal vivo.
Nel 2016 fonda il collettivo Pleiadi Art Productions.
Oltre all’attività nel teatro di prosa si affianca alla regia di opera lirica come assistente alla regia al Teatro alla Scala, grazie ad uno stage prima e ad un lavoro successivamente. Lì ha avuto la possibilità di lavorare con registi come Mario Martone, Grisha Asagaroff, Nikolaus Lehnhoff, Kasper Holten e seguire allestimenti come Turandot, Cavalleria/Pagliacci, Il barbiere di Siviglia, Elisir d’amore e The turn of the screw.

Riccardo Calabrò

Riccardo Calabrò - drammaturgo
Nato a Genova nel 1987. Laureato in Lettere e Filosofia all’Università La Sapienza di Roma. Diplomato filmaker - con specializzazione in sceneggiatura cinematografia - all’Accademia A.C.T. Multimedia di Roma. Diplomato autore teatrale alla Civica Scuola Teatro Paolo Grassi di Milano.
Ha lavorato come sceneggiatore, co-sceneggiatore, montatore e aiuto-regista per produzioni video di cortometraggi, spot pubblicitari e documentari, in formato digitale e su pellicola 16mm. Dal 2013 al 2015 è stato assistente alla regia per le produzioni teatrali dell’attrice e regista Milena Costanzo. Dal 2016 collabora, in qualità di drammaturgo e performer con le compagnie: Pleiadi Art Productions, Lis Lab Performing Arts e DispenzaBarzotti.

Stefania Coretti

Stefania Coretti - costumista
Diplomata in Scenografia e Costume presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, collabora con diverse compagnie e realtà teatrali nazionali e internazionali: Eclat d’Ombres Villa Theather e Comédie de l’Est e Centre Dramatique National d’Alsace, Colmar.
Sbarchi- un’Odissea progetto europeo Meeting the Odissey. XiViX Op.1515 : La Bataille de Marignan Festival OH Valais e Theatre du Crochetan Monthey, Berna. Un Canto di Natale Regia Maurizio Bercini, Ca luogo d’arte ,Theatre Jeune Public Centre Dramatic National d’Alsace de Strasburg e Teatro delle Briciole Parma. L’Acqua Trema Compagnia CorteSconta , Teatro Studio di Milano. Ha collaborato come costumista per il Cantiere internazionale d’arte di Montepulciano per Carmen, La Gitana di Georges Bizet e Pierre Thilloy e I Diari di Nijinski di Detlev Glanert. Dal 2009 collabora con l’Accademia di Brera di Milano come Tecnico di Laboratorio e consulente per Progettazione e Realizzazione Costume. Dal 2010 collabora con alcune case di produzioni nazionali ed internazionali come responsabile costumi. Dal 2014 collabora con Il Teatro alla Scala di Milano come assistente costumista.

Diego Dioguardi

Diego Dioguardi - sound designer
Nasce a Fermo nel 1984, laureato in Comunicazione pubblicitaria è un dj/producer d’oggigiorno armato di handy recorder e drum machine, amante delle sperimentazioni. Dj residente per vari locali del centro italia, si dedica per vari anni alla produzione di eventi e concerti (MiTo Settembre Musica Milano, Monee Pound Valley Melbourne, Elita Design Week tra i più importanti). L’antica pratica artigiana del produrre dischi (produzione esecutiva e artistica per alcuni) lo coinvolge sempre di più nelle nascita di due etichette indipendenti : Nufabric e Bananophono , curando quindi le uscite di Mudimbi, Serena Abrami, Jumping The Shark, Halfman e molti altri. Oltre a tutto ciò ha a che fare con jingle, soundscape teatrali, sonorizzazioni e installazioni sonore.

Michele Losi

Michele Losi - regista
E’ laureato con lode in Storia Contemporanea ed esperto in Gestalt Psicosociale. Ha ideato ed ha la direzione artistica del progetto internazionale Meeting the Odyssey, finanziato nell’ambito del Programma Cultura della Commissione Europea. Ha coordinato e condotto laboratori teatrali in situazioni di emergenza e di disagio (Kosovo 1999-2001, Zimbawe 2005, Serbia 2009, Lampedusa 2015, Grecia 2016). Ha lavorato con gli studenti delle università di Belgrado, Bologna, New York – Columbia University, Londra - Tavistok e Parigi-Centre Deveroux, di numerose scuole superiori di primo e secondo grado in Italia. E’ stato direttore artistico di IKOS Festival (Brescia 2007), di EON Meeting (Brescia 2007), è direttore artistico del festival Il Giardino delle Esperidi (Campsirago dal 2005). E’ stato presidente e fondatore nel 2008 di ETRE, l’associazione delle residenze teatrali della Lombardia, e dal novembre 2011 al novembre 2015 è stato rappresentante italiano del Board IETM (international network for contemporary performing arts), per la cui edizione 2015 a Bergamo si è occupato della selezione artistica e dei contenuti del programma sociale. Tra le regie ricordiamo Oltre il muro (2002), Scirocco ballata di viaggio (2004), Ancora Un altro Basta (2008), In-boscati#1-#2-#3-#4 (2011-2012-2013-2014), Sbarchi_un Odissea (2015), Moby Dick (2016). Ha diretto spettacoli e performance site specific a Berlino, Helsinki, Bratislava ed in altre importanti città europee. Nel 2015 fonda Pleiadi Art Productions.

Alberto Sansone

Alberto Sansone - video maker
E’ nato a Milano nel gennaio dell’ottantasette. E’ approdato al cinema dopo un variegato percorso di studi in ambito teatrale. Ha studiato regia alla Civica Scuola di Cinema di Milano, e dal 2009 lavora nell’audiovisivo tra videoclip (Ministri, Dargen D’Amico, Anansi, Kramers, Atlantic Tides, Polarbeers, Pay e altri) video aziendali (Benefibra, Carrefour, Food Joy, Paysage, Best Up, Yamaha, American Express, ABB, Bootique, RCS, Feltrinelli e altri), teatro (Franco Parenti, Teatro D’Emergenza, Teatro Urlo, Atelier Teatro, La Compagnia Delle Furie, Teatro Ringhiera, Sanpapiè, Atopos, Fattoria Vittadini, Scarlattine Teatro, Teatro dei Gordi e altri) e progetti personali.

Sono le stelle, le stelle sopra di noi,
che governano la nostra condizione.

William Shakespeare

Vai a...