A natale regala Hamlet private! 

notizie

torna alla lista

A natale regala Hamlet private!

Martedì 25/12
img news

Hamlet private, un regalo unico e originale!

 

Hamlet private di ScarlattineTeatro è uno spettacolo unico nel suo genere, un’esperienza intima ed esclusiva, che parla all’Amleto che risiede in ognuno di noi attraverso il sistema divinatorio delle carte Talmeh, anagramma dell’eroe shakespeariano e rivisitazione degli arcani maggiori dei tarocchi.

 

Un Amleto confidenziale, vicino, che abbandona il contesto teatrale tradizionale e accoglie un singolo spettatore per volta. A guidare la rilettura del dramma di Amleto sono le speciali carte Talmeth, scelte dallo spettatore e man mano svelate nell’incontro con l’attore. Solo alla fine verrà rivelata la storia del Principe di Danimarca, che si intreccerà con quella personale. Lo spettatore si trova così a riscoprire Amleto, uomo contemporaneo e abisso di interrogativi, e, allo stesso tempo, in questo gioco incontra sé stesso.

 

Un regalo unico ed esclusivo che puoi donare a un amico speciale. Il tuo regale sarà una performance individuale in un luogo e un momento che sceglierai con noi. Insieme regalerai un biglietto personalizzato, un mazzo delle preziose carte Talmeth, create per questa performance, e la guida per la loro lettura.

 

Ognuna della carte Talmeth, rappresenta un episodio o un personaggio della storia di Amleto e corrisponde a un momento di vita e stato emozionale. I tarocchi diventato così pretesto per interrogare il nostro io e guidano l’azione, gli sguardi e le parole dei performer che le interpretano. Le carte Talmeh creano uno spazio per esitare, per il dubbio e l’onirico, uno spazio per il non-conosciuto, per l’incontro con sé stessi.

 

 

Costo performance, carte e guida alla lettura 25 €

Costo solo performance 15 €.

 

Per regalare Hamlet private scrivi a info@campsiragoresidenza.it o telefona al numero 039 92 76 070


Lo spettacolo Hamlet private nasce in Finlandia da un’idea di Gnab Collective ed è oggi riproposto da sette performer in Germania, Francia, Danimarca, Inghilterra e Italia.

VIDEO

«Mi sono seduto accalorato e fremente... pochi istanti e tutto si è calmato. La visione delle carte che parlavano a me, alla mia anima... incredibilmente sincere, visionarie quanto reali. Hanno raccontato una storia, la mia storia. C'ero io in quelle carte e la tragedia di Amleto si è consumata, pensando a cosa ero io, a cosa sono, a cosa sarò…» R.R. uno spettatore, dai quaderni dello spettacolo.


RASSEGNA STAMPA

«Assistere ad Hamlet private significa vivere un’esperienza confidenziale ed esclusiva. Non solo perché destinata a un solo spettatore, ma anche per la segretezza e l’intimità riservate al luogo della performance. Con l’aiuto del sistema divinatorio di carte Talmeh il destino di Amleto si intreccia a quello dello spettatore. I dubbi e le incertezze del primo fanno da specchio a quelli del secondo, forse meno tragici ma altrettanto essenziali. Le carte interpretate dal performer diventano strumento di (ri)lettura e restituzione da un lato della storia e del personaggio di Amleto, dall’altra del sentire e del vissuto dello spettatore seduto di fronte a lui. ScarlattineTeatro restituisce così un Amleto privato e ancora attuale. Contemporaneo ma mai domestico.» Valentina Sorte – STRATAGEMMI - prospettive teatrali.


«Amleto è la vita. [...] riesce sempre in qualche modo ad esercitare una forma animalesca di fascinazione. E’ questo che Martina Marti ha avuto l’intuizione di capire, trasformando lo spettatore in un Amleto alle prese con la scrittura della propria drammaturgia, e con un Orazio personale a fargli da guida spirituale fra segni e simboli che in realtà sono familiari prima di tutto al proprio intuito.» Renzo Francabandera – Paneacquaculture.


«Hamlet private ha un che d’iniziatico. ScarlattineTeatro parla all’Amleto che sta dentro di noi. Interroga i nostri spettri, la violenza che ci attanaglia, quel po’ di follia e vendetta, amore e complicità.» Vincenzo Sardelli – Krapp's Last Post.


«Nel significativo e stimolante Hamlet private di Scarlattine Teatro il rapporto è ancora tra uno e uno in uno spazio privato/pubblico, il retro di un bar. Su uno script di rara suggestione di Martina Marti, la lettura comparata di un mazzo di carte illustrate fa scaturire in una specie di autoanalisi, quasi una confessione, tutto il privato dello spettatore.» Mario Bianchi - Krapp's Last Post.

«Giulietta debernardI posiziona una clessidra piena di sabbia nera e mi mostra le carte Talmeh che ha in mano. Su ognuna di esse vi è una foto e una o due parole che la descrivono. Le carte istigano un’apertura: mi sono ritrovata a confidare i miei segreti più intimi a una perfetta sconosciuta. Finisco per raccontarle pezzi della mia vita, mentre la clessidra sembra scorrere veloce; anzi è velocissima. Quelle carte disposte sul panno rosso rappresentano la storia che le ho raccontato. Le guardo. Ne ho escluse solo due, poiché tutte le altre si collegano a un momento del mio vissuto. Alla fine ne estraggo tre: passato, presente, futuro.» Aleksandra Lukac – Revolar.