compagnie  |  Pleiadi

Pleiadi è un progetto di produzione aperto e multidisciplinare che prende vita nel 2015 dall’esperienza di Michele Losi, regista, Diego Dioguardi, sound designer, musicista e dj, Stefania Coretti, costumista, artista visiva e scenografa, Marialuisa Bafunno, scenografa e aiuto regista. Pleiadi è un luogo aperto ad artisti di diverse discipline e provenienze che condividono l’intento di creare Arte anche per coloro che non sono soliti frequentarla: per chi, ad esempio, a teatro non è mai entrato o ha smesso di entrare.

Per Pleiadi l’eccellenza di qualsiasi Arte risiede nella sua intensità, nell’urgenza di creare bellezza, riflessione, coinvolgimento emotivo e spirituale e nella capacità di aderire ai bisogni politico-culturali della società in cui viviamo. La comprensione e l’ascolto del mondo circostante, delle sue tensioni e mutazioni, dei suoi drammi e delle sue contraddizioni, delle sue meraviglie e rarità, costituiscono il terreno di ricerca alla base delle ideazioni artistiche del collettivo.

Il collettivo è composto da un gruppo di artisti che a seconda del progetto collaborano tra loro e/o con altri attori, performer, musicisti, danzatori, artisti visivi. Questo consente agli artisti di Pleiadi di indagare anche ambiti creativi solitamente meno frequentati. Un grande amore per i classici accompagnato da tensione e curiosità verso le nuove sensibilità del teatro e della performing art porta Pleiadi a produrre azioni site specific, alla scoperta di spazi performativi non convenzionali e dei loro delicati e inaspettati equilibri. Ogni luogo chiama creazioni differenti ed ogni lavoro muta a seconda delle influenze ricevute dai luoghi stessi, urbani o naturali che siano, e da chi li abita. È nostra urgenza coinvolgere lo spettatore nelle grandi tematiche esistenziali cui l’uomo è per natura teso, anche creando spettacoli in cui renderlo protagonista e partecipe dell’azione performativa.

Il corpo, insieme a suono, immagini, video e luci concorre alla creazione di un’esperienza artistica completa.

Biografie

Michele Losi

Michele Losi è direttore artistico di Campsirago Residenza e di Pleiadi. E’ laureato con lode in Storia Contemporanea ed esperto in Gestalt Psicosociale. È tra i fondatori ed è Presidente di ScarlattineProgetti. Ha ideato e ha curato la direzione artistica del progetto internazionale Meeting the Odyssey e ha coordinato e condotto laboratori teatrali in Kosovo, Zimbawe, Serbia, Lampedusa, Leros e Lesvos (Grecia). Nell’ambito dell’organizzazione di Festival è stato direttore artistico di IKOS Festival (Brescia, 2007), di EON Meeting (Brescia, 2007), di Libri in Scena (Lecco 2008-2013) ed è direttore artistico de Il Giardino delle Esperidi Festival dal 2005. Dal 2010 ha selezionato gli spettacoli del Festival Luoghi Comuni, il festival delle Residenze Teatrali della Lombardia. È stato presidente e fondatore di ETRE, l’Associazione delle Residenze Teatrali della Lombardia, per la quale fino al 2015 ha occupato la carica di vicepresidente con delega sui progetti internazionali. Dal 2011 al 2015 è stato rappresentante italiano del Board IETM (International Network for Contemporary Performing Arts). A partire dal 2009 ha coordinato numerose tournée internazionali in collaborazione con altre compagnie teatrali tra cui Factory Compagnia Transadriatica, Principio Attivo Teatro, Dionisi Compagnia Teatrale, Sanpapié, Animanera, Aia Taumastica, Piccola Compagnia Dammacco, Riserva Canini. Sostiene il lavoro di giovani artisti italiani e internazionali, che coinvolge nelle produzioni e che aiuta nella definizione di strategie di produzione e circuitazione.
È stato regista di progetti site specific di Teatro nel paesaggio e di performing art, tra cui “Oltre il
Muro” (2002), Scirocco ballata di viaggio (2004), In-boscati#1-#2-#3-#4 (2011–2014), Instant Berlin (2014), Sbarchi_un’Odissea (2015), Instant Leros (2016), Il Professore e la Sirena (2017), Performing Frida (2018) al MUDEC di Milano. Ha diretto spettacoli e performance site specific a Berlino, Helsinki, Montpellier, Bratislava ed in altre importanti città europee.

Diego Dioguardi

| sound designer |
Nasce a Fermo nel 1984, laureato in Comunicazione pubblicitaria è un dj/producer d’oggigiorno armato di handy recorder e drum machine, amante delle sperimentazioni. Dj residente per vari locali del centro italia, si dedica per vari anni alla produzione di eventi e concerti (MiTo Settembre Musica Milano, Monee Pound Valley Melbourne, Elita Design Week tra i più importanti). L’antica pratica artigiana del produrre dischi (produzione esecutiva e artistica per alcuni) lo coinvolge sempre di più nelle nascita di due etichette indipendenti : Nufabric e Bananophono , curando quindi le uscite di Mudimbi, Serena Abrami, Jumping The Shark, Halfman e molti altri. Oltre a tutto ciò ha a che fare con jingle, soundscape teatrali, sonorizzazioni e installazioni sonore.

Stefania Coretti

| costumista |
Diplomata in Scenografia e Costume presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano, collabora con diverse compagnie e realtà teatrali nazionali e internazionali: Eclat d’Ombres Villa Theather e Comédie de l’Est e Centre Dramatique National d’Alsace, Colmar.
Sbarchi- un’Odissea progetto europeo Meeting the Odissey. XiViX Op.1515 : La Bataille de Marignan Festival OH Valais e Theatre du Crochetan Monthey, Berna. Un Canto di Natale Regia Maurizio Bercini, Ca luogo d’arte ,Theatre Jeune Public Centre Dramatic National d’Alsace de Strasburg e Teatro delle Briciole Parma. L’Acqua Trema Compagnia CorteSconta , Teatro Studio di Milano. Ha collaborato come costumista per il Cantiere internazionale d’arte di Montepulciano per Carmen, La Gitana di Georges Bizet e Pierre Thilloy e I Diari di Nijinski di Detlev Glanert. Dal 2009 collabora con l’Accademia di Brera di Milano come Tecnico di Laboratorio e consulente per Progettazione e Realizzazione Costume. Dal 2010 collabora con alcune case di produzioni nazionali ed internazionali come responsabile costumi. Dal 2014 collabora con Il Teatro alla Scala di Milano come assistente costumista.