compagnie  |  Riserva Canini

Riserva Canini nasce nel 2004 grazie all’iniziativa di Marco Ferro e Valeria Sacco con l’intenzione
di essere un laboratorio di progetti artistici rivolti al Teatro e alle Arti Performative. Gli spettacoli della compagnia nascono sempre da fasi di sperimentazione nel corso delle quali il soggetto dello spettacolo viene esplorato e suggerisce le tecniche più appropriate alla sua realizzazione. Il rapporto e l’interazione tra il corpo dell’attore e le figure, nelle loro molteplici forme di animazione (ombre, marionette, materie prime, oggetti, manichini, etc.) sono uno dei principali strumenti di lavoro della compagnia. In seguito alle numerose produzioni, Riserva Canini riceve nel 2014 il Premio Eolo come miglior compagnia “per aver saputo rinnovare il linguaggio del Teatro di Figura in Italia”.
Nello stesso anno inizia la residenza artistica presso Campsirago Residenza, con la quale collabora oltre che per la produzione dei propri spettacoli, a diversificati progetti di formazione rivolti a professionisti, docenti, formatori e ragazzi.

Marco Ferro e Valeria Sacco si diplomano presso la Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi nel 2002.

Dopo il diploma approfondiscono l’interesse per il Teatro di Figura lavorando e studiando in Italia con il Teatro dei Sensibili di Guido Ceronetti, Gyula Molnar e Fabrizio Montecchi. All’estero con Philippe Genty e Mary Underwood, con la Compagnia Handspring Puppet e con Stephen Mottram. Nella lirica collaborano con As.Li.Co (Associazione Lirica di Como) per le produzioni di Hansel e Gretel (2009) e Rigoletto (2010), con il Festival Della Val d’Itria per il Gianni di Parigi (2010) e ancora con il Théatre de Rouen-Haute Normandie per Hansel und Gretel (2014).
Nel corso degli anni alcuni collaboratori sono diventati parte essenziale del lavoro della compagnia, in particolare Stefano De Ponti come compositore e sound designer e Matteo Lainati per la collaborazione scenotecnica.

Ultimi spettacoli della compagnia:
Talita Kum 2012, produzione per adulti. Rappresentato in Italia, Francia, Spagna, Portogallo, Romania, Bulgaria, Turchia, Colombia, Indonesia.
Little Bang 2016, produzione per l’infanzia. Rappresentato in Italia e Francia.
Il mio compleanno 2018, produzione per adulti. Rappresentato in Italia.

Premi

PREMIO MIGLIOR PERFORMANCE Festival Trasparenze 2012 Modena (ITALIA) per Talita Kum
PREMIO MIGLIORE ATTRICE Festival Pierrot 2013 Stara Zagora (BULGARIA) Talita Kum
PREMIO “EOLO” MIGLIOR COMPAGNIA DI TEATRO DI FIGURA 2014 (ITALY)
NOMINATION PER MIGLIORE ATTRICE World Puppet Carnival 2013 Jakarta, (INDONESIA) Talita Kum

Biografie

Marco Ferro

Marco-Ferro-Riserva-Canini

Autore di spettacoli, scarabocchia il proprio teatro sulla carta e costruisce con le mani i propri drammi. Nato a Firenze nel 1979, termina gli studi accademici di Teatro nel 2002, ottenendo il diploma in Drammaturgia presso il corso triennale della Scuola Paolo Grassi di Milano e frequentando la Masterclass di Regia presso il Teatro Piccolo di Milano nel 2003.
In parallelo ai primi spettacoli di diverse compagnie con le quali collabora in qualità di collaboratore e performer, comincia uno studio sulle Tecniche di Costruzione e di Animazione del Teatro di Figura che lo assorbirà nel corso degli anni successivi: studia e collabora con figure quali Gyula Molnar (Velo Theatre- Apt, Francia), il Teatro Mangiafuoco di Milano, il Teatro Giocovita di Piacenza, The Hand Spring Puppet Company (Sud Africa), The Central School of Speech and Drama (Londra) e presso l’Institut International de la Marionnette (Charleville-Mezieres, Francia), lavorando come costruttore artigiano, burattinaio e ombrista.
Negli ultimi anni a fianco al lavoro che lo vede impegnato nelle varie produzioni, collabora in qualità di drammaturgo e curatore degli inserti di Teatro di Figura in vari allestimenti in ambito lirico (Aslico – Teatro Sociale di Como, Festival della Val d’Itria, Teatro Lirico di Rouen-Haute Normandie).
Come docente di teatro, svolge regolarmente seminari e percorsi laboratoriali rivolti ad attori professionisti, formatori, adulti, ragazzi e bambini, presso Teatri ed Enti in Italia, collaborando coi maggiori circuiti nazionali (Piemonte dal Vivo, Ert Emilia Romagna, ArteVen, Fondazione Toscana Spettacolo, Ert Friuli Venezia Giulia, Etre Residenze Lombarde) e all’estero (Francia e Inghilterra).
E’ docente di teatro di Figura e Animazione presso la Scuola Paolo Grassi di Milano e con Riserva Canini nel corso AniMAteria, corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura.

Valeria Sacco

Valeria Sacco

Appassionata interprete di esistenze d’ogni forma e materia,con la curiosità di un gatto e la pazienza di una pescatrice, presta anima e corpo per indagarne i silenzi e le storie.
Valeria Sacco nasce nel 1978 a Milano. Dopo il diploma d’attrice alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi, conseguito nel 2002, comincia un percorso di formazione e ricerca nell’ambito dei diversi linguaggi del Teatro di Figura Contemporaneo. Tra gli incontri più importanti: Guido Ceronetti, alla Masterclass del Piccolo Teatro di Milano nel 2002, sodalizio che continuerà facendo parte del Teatro dei Sensibili dal 2002 ad oggi; Fabrizio Montecchi in diverse produzioni di Teatro GiocoVita dal 2005 al 2013;  Philippe Genty e Mary Underwood all’Università San Martin di Buenos Aires nel 2008.
Nel 2004 fonda insieme a Marco Ferro la compagnia Riserva Canini, luogo dell’immaginario e dell’impossibile.
Dal 2013 si occupa di formazione nelle scuole per bambini e insegnanti lavorando nei circuiti di Ert Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna Teatro, Regione Piemonte, e Fondazione Toscana Spettacolo.
Dal 2014 lavora per Campsirago Residenza nei progetti di alta formazione professionale nelle discipline dello spettacolo e nel progetto Learning Week con giovani studenti delle scuole superiori secondarie.
Nel 2019 è docente di Animazione presso la Scuola Paolo Grassi di Milano e nel corso AniMAteria, corso di formazione per operatore esperto nelle tecniche e nei linguaggi del teatro di figura promosso dalla Regione Emilia Romagna.
Dal 2016 inizia un percorso di studio nell’ambito della Comunicazione Interculturale volto al lavoro di integrazione culturale.