compagnie  |  ScarlattineTeatro  |  Scatenati
primissima infanzia
0-5 anni
/spettacolo multisensoriale
/senza parole
35 minuti
+ il tempo dell’esplorazione
DEBUTTO
2013

In collaborazione con l’Amphitheatre Le Pont-de-Claix, nell’ambito del progetto 1,2,3 crescere passo a passo, ScarlattineTeatro ha avviato una nuova ricerca artistica dedicata alla primissima infanzia. Dopo i viaggi della tartaruga Tatò in Sisale, assieme ai piccolissimi dei nidi del comune francese di Le Pont-de-Claix l’attrice e regista Anna Fascendini esplora un nuovo mondo: una stanza, una coffa, legno caldo, ferro freddo e catene, tante. Miriadi di catenine e catenelle.

“Ho dei ricordi di catene: una catenella scorre tra i denti, sulla lingua, lungo la schiena, sotto i vestiti. Una catenella disegna sul legno tondi, spirali, serpenti e casette mentre si ascoltano i grandi parlare. Una catenella nel buio della notte riflette i suoi buchi sul muro accanto al letto. Suoni di catene: pesanti come quelle delle navi, leggere come quelle fini fini appese sulle porte per dividere il fuori assolato dal fresco del dentro.
Con questa intuizione sono andata dai bambini piccolissimi, nei nidi, con molte catene e una coffa metallica con il piano in legno: una zattera. Tra le dita dei piedi, delle mani o in bocca, le catene con i piccoli hanno preso vita. Ogni gesto è denso, pieno, spinto da una verità di ricerca. Sulla zattera si respira l’entusiasmo della scoperta: c’è grande fermento. Un viaggio in mare tra catene, catenelle e catenacci. Senza parole. Solo suoni e azioni. Per divertirci a scoprire di nuovo tutto.” Anna Fascendini

di e con Giulietta De Bernardi, Anna Fascendini, e con Francesca Cecala, regia Anna Fascendini, coreografia Valentina Sordo, allestimento Adriano Salvi, Francesco Panzeri, scultura in scena Anna Turina, disegno luci Michele Losi, ricerca sonora Marcello Gori, costumi Agnese Bocchi, Lorella Bellelli, produzione Campsirago Residenza, in collaborazione con Amphithéâtre Le Pont-de-Claix, un ringraziamento speciale a Fulvia Crotti, Barbara Pizzo e Michele Losi
Rassegna stampa
06/12/2015 Eolo
  • Previous ProjectMiloemaya

  • Next ProjectSisale