Il Progetto Campsirago Luogo d’arte

Una residenza accessibile a tutte e a tutti, aperta agli artisti, al pubblico, alla comunità, in tutte le stagioni dell’anno. Nuovi e più ampi spazi al chiuso per progetti teatrali e di performing art, per seminari di formazione e spettacolo dal vivo. Il restauro completo di Palazzo Gambassi per realizzare una nuova residenza che sia un luogo di incontro tra persone, arte e natura 365 giorni all’anno. Tutto questo è il progetto Campsirago Luogo d’Arte.

Tre sono le parole chiave: restauro, visione, trasformazione. Campsirago Residenza, insieme al Comune di Colle Brianza, si avvia al recupero degli edifici storici di Campsirago, con l’obiettivo di trasformare il borgo in un luogo dedicato all’arte 365 giorni all’anno. Campsirago come bene comune, come punto di riferimento nazionale del teatro in natura, come luogo di ricerca artistica e di spettacolo dal vivo in tutte le stagioni. Al centro del progetto vi è il restauro completo di Palazzo Gambassi per dotare la residenza di nuovi spazi, attrezzati e fruibili sia per residenze artistiche, che per progetti di pedagogia e di formazione, per seminari, incontri e, naturalmente, per eventi culturali e teatrali con una programmazione continuativa in tutti i fine settimana. Un restauro che consentirà un potenziamento delle attività, andando così ad ampliare la progettualità culturale di Campsirago Residenza. Una nuova residenza per gli abitanti del territorio, per il pubblico dalle grandi città, per gli artisti e le compagnie.

 

Perché il progetto Campsirago Luogo d’Arte

Da più di quindici anni abitiamo qui. Abbiamo lavorato perché Campsirago Residenza fosse luogo di esperienze culturali per tutti, dove godere di teatro, danza, musica e poesia: per i bambini con le loro famiglie, per gli artisti con i loro progetti, per il pubblico della nostra regione, per le scuole di ogni ordine e grado. Con Il Giardino delle Esperidi Festival, le settimane di formazione con gli adolescenti, le residenze artistiche per la produzione di nuovi spettacoli, i laboratori di teatro natura, i concerti e i reading abbiamo tenuto vivi i nostri due palchi all’aperto così come i sentieri nel bosco che circondano la nostra residenza; abbiamo abitato le biblioteche, le piazze, le scuole con il teatro coinvolgendo le voci di molti. La natura di Campsirago ci ha permesso di andare lontano e di tornare sempre qui, con maggior forza e energia, ricchi di esperienze nuove che abbiamo condiviso con la nostra comunità.

Cosa ci manca, direte? Cos’altro possiamo sognare, penserete?

Desideriamo condividere questa bellezza con ancora più persone. Desideriamo poter fornire agli artisti una sala prove al chiuso e completamente attrezzata, un laboratorio di falegnameria permanente, un atelier per la creazione artistica, una cucina per la convivialità. Desideriamo condividere con il pubblico un luogo aperto tutti i weekend dell’anno; desideriamo proporre un’offerta culturale più ampia sia per le nuove generazioni del futuro che per il pubblico adulto; desideriamo attivare nuovi progetti di teatro di comunità, offrire esperienze artistiche uniche che abbiamo al centro la relazione con la natura che ci circonda.

Nell’ambito del progetto Campsirago Luogo d’Arte centrale sarà anche il tema dell’accessibilità, non solo architettonica ma anche dei contenuti artistici, perché la proposta culturale sia davvero fruibile da tutti e da tutte.

Un progetto che accoglierà e coinvolgerà tantissime persone, artisti e pubblico, e che trasforma la nostra residenza in un luogo di socialità ed arte, aperto al panorama artistico nazionale e internazionale. Un progetto culturale, condiviso con il Comune di Colle Brianza, di ampio respiro e di lunga durata: Campsirago Luogo d’Arte è infatti un progetto che non si esaurirà con la ristrutturazione di Palazzo Gambassi e che prevede la riqualificazione dell’intero borgo. Insieme con il Comune di Colle Brianza abbiamo infatti immaginato anche la rigenerazione della piazza, per renderla pedonale, accessibile e luogo di spettacoli e installazioni artistiche. Il desiderio è quello di poter restaurare in futuro anche la piccola chiesa (risalente al XVII secolo e ora in stato di rudere) e renderla nuovamente bene comune per la comunità e per le arti. In una prospettiva visionaria e futura c’è infine il desiderio di realizzazione nel prato antistante Campsirago Residenza un teatro in bioarchitettura, sul modello di alcune sale del nord Europa.

Il restauro di Palazzo Gambassi

Cuore e avvio del progetto Campsirago Luogo d’Arte è la ristrutturazione completa dell’ala est di Palazzo Gambassi, edificio del XV secolo e di proprietà del Comune di Colle Brianza. L’ala ovest del palazzo è stata restaurata nel 2010 ed è diventata la nostra sede grazie a una concessione di utilizzo del Comune. Insieme al Comune di Colle Brianza ci avviamo ora al restauro completo dell’ala est del palazzo: un restauro che, preservando e recuperando l’antica bellezza dell’edificio storico, consentirà di ampliare gli spazi della residenza, renderla fruibile agli artisti e al pubblico tutto l’anno e potenziare le attività.

La ristrutturazione completa di Palazzo Gambassi doterà la residenza di nuovi spazi al chiuso:

  •  l’antico fienile diventerà una sala prove e piccola sala da spettacolo;
  • al primo piano realizzeremo uno studio di registrazione professionale e una stanza ad uso foresteria con bagno;
  • a piano terra realizzeremo una sala da pranzo, una cucina professionale e un atelier/laboratorio per le produzioni artistiche

Tra le opere di recupero valorizzeremo anche l’antico pozzo che ancora adesso raccoglie acqua sorgiva e restaureremo il portone ligneo della ex-stalla.
Il restauro interesserà 340 mq complessivi.

Gli obbiettivi:

  • Proporre al pubblico spettacoli e attività culturali e di formazione tutto l’anno;
  • Offrire nuovi spazi attrezzati per residenze artistiche e produzioni teatrali;
  • Promuovere una forte azione di rigenerazione urbana in un borgo di valore culturale, paesaggistico, naturalistico e turistico;
  • Valorizzare in chiave innovativa il borgo come motore di turismo sostenibile e consapevole;
  • Rafforzare il legame con la comunità locale attraverso progetti e attività dedicate;
  • Creare un luogo accessibile a tutti, anche a persone con minori opportunità;
I costi del restauro

Il costo complessivo di questi interventi è pari a 440.000 € ed è suddiviso nelle seguenti voci di spesa:

  • opere strutturali (rifacimento del tetto, consolidamento murario, solai): 136.000 €
  • opere architettoniche (infissi, pavimentazioni, scale, porte, sala prove): 148.000 €
  • opere impiantistiche (cucina, riscaldamento, bagno, impianto elettrico): 71.000 €
  • arredi e beni strutturali (allestimento sala prove, studio di registrazione, cucina): 46.000 €
  • cantiere e compensi professionali: 39.000 €

Il Comune di Colle Brianza garantisce un cofinanziamento di 175.000 €, importo costituito da fondi GAL – Gruppo di Azione Locale Due Laghi e fondi stanziati direttamente dal Comune. Questi primi lavori finanziati dal Comune prevedono la messa in sicurezza dell’edificio e alcuni interventi strutturali.

Campsirago Residenza investirà i restanti 265.000 €: abbiamo previsto di coprire questa grande spesa attraverso la partecipazione a bandi di fondazioni private e del Gruppo di Azione Locale e attraverso un prestito bancario per un valore di 92.000 che dovremo restituire in 7 anni.

I cantieri per restaurare l’ala est di Palazzo Gambassi sono stati aperti ad aprile 2021.  Con il Comune di Colle Brianza ci siamo impegnati a rispettare i tempi in modo che il palazzo sia utilizzabile entro il 2022.

Campagna di raccolta fondi

Il vostro aiuto è fondamentale per allestire i nuovi spazi

Per rendere sostenibile l’azione di realizzazione della nuova residenza e l’investimento che stiamo intraprendendo abbiamo bisogno anche del sostegno di tutti voi. Con il vostro aiuto dobbiamo raccogliere 20.000 euro (il 20% dell’investimento totale), indispensabili per ultimare il progetto di restauro e renderlo funzionale. Il vostro fondamentale aiuto ci servirà per allestire lo studio di registrazione e la sala prove, che potrà essere utilizzata anche come sala spettacolo nei mesi freddi dell’anno o in caso di maltempo.

Due nuovi spazi attrezzati fondamentali per gli artisti che verranno in residenza a creare e produrre opere teatrali e artistiche. Due nuovi spazi per il pubblico in cui sarà possibile partecipare a incontri ed eventi culturali e assistere a spettacoli tutto l’anno. Due nuovi spazi indispensabili per nuovi progetti di formazione con ragazzi adolescenti e bambini, per laboratori, seminari, attività culturali per tutti.

Donare è semplicissimo, puoi farlo:

  • online sul sito www.produzionidalbasso.com
  • attraverso bonifico bancario con il quale puoi usufruire dell’incentivo ministeriale “Art bonus” che ti permette di recuperare il 65% dell’importo donato! Il bonifico dovrà essere intestato a Scarlattine Progetti Associazione Culturale – IBAN IT44U0306909606100000015442.  Per usufruire del credito d’imposta, pari al 65% dell’importo, basterà indicare nella causale “Art Bonus – SCARLATTINEPROGETTI Associazione Culturale – Codice fiscale o P. Iva di chi effettua la donazione – Campsirago Luogo d’Arte – Ristrutturazione ala est di Palazzo Gambassi”. Scrivi a info@campsiragoresidenza.it per ricevere la copia del documento che certifica l’erogazione, da utilizzare nella tua dichiarazione dei redditi. Tutte le informazioni su Art bonus sono disponibili sul sito www.artbonus.gov.it

Campsirago luogo d’arte è un progetto comunitario, aggregativo, aperto a tutte e a tutti, che coinvolgerà artisti, cittadini, poeti e sognatori, amanti della natura, dell’arte e della bellezza. Campsirago Luogo d’Arte sarà bene comune della comunità, per gli artisti, per il pubblico delle grandi città vicine a questo incredibile borgo immerso nella natura e per tutti quelli che vorranno condividere questo progetto con noi. Un luogo in cui l’arte si fonde con la natura, un luogo dedicato all’arte dove più profonda e peculiare sarà la qualità delle esperienze che tutti potranno vivere a Campsirago.

Per realizzare questo sogno abbiamo bisogno anche del vostro sostegno!

Rassegna stampa