Proposte per le scuole

By 5 Settembre 2020 Settembre 17th, 2020 notizie

Presentiamo qui il nostro nuovo libretto con le nostre proposte per le scuole e le biblioteche di spettacoli di teatro ragazzi e per la prima infanzia. Pensiamo che quest’anno come non mai sia fondamentale ripensare l’educazione attraverso il teatro per ricostruire una comunità educante che metta in atto azioni volte al ripristino dell’importanza, della qualità e del significato culturale del teatro rivolto alle nuove generazioni. Campsirago Residenza, centro di ricerca e produzione con esperienza ventennale, riconosciuto dal MIBACT e da Regione Lombardia, si riconosce con convinzione nella necessità di riportare il teatro e i momenti di incontro con l’arte nelle scuole e nei luoghi di cultura del paese, anche in questo momento complesso, per sostenere la prova alla quale il mondo della scuola, delle biblioteche e dei centri di promozione culturale sono chiamati a rispondere.

In questa brochure digitale trovate le nostre proposte per l’anno 2020/2021 di teatro rivolto a bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia e primarie, accanto a spettacoli per la primissima infanzia. In particolare quest’anno abbiamo lavorato per produrre e presentarvi spettacoli che possono essere portati in scena nei parchi, cortili e giardini delle scuole e nel verde dei boschi della nostra Residenza a Campsirago. Inoltre, dopo l’importante esperienza delle Favole al telefono al telefono che abbiamo realizzato durante i mesi di lock down, proponiamo ora anche spettacoli innovativi che sperimentano nuove forme di teatro a distanza.

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

La nostra residenza si è sempre caratterizzata per una forte impronta di ricerca nel campo del teatro nel paesaggio. Quest’anno abbiamo lavorato in particolare proprio a produzioni rivolte alle nuove generazioni di spettacoli nella natura che, in questo delicato momento storico, assumono ancor più valore e rispondono alle normative attuali. Pensiamo che sia estremamente positivo un incremento, sostenuto fortemente da numerosi insegnanti e pedagogisti, della didattica all’aperto per restituire ai bambini tempi e spazi di scuola nel verde e insieme venire incontro alle nuove esigenze di riorganizzazione degli spazi didattici. L’outdoor learning permette inoltre ai bambini e ragazzi di riappropriarsi della natura, del contatto con la terra, con gli alberi, con l’aria aperta. Sono cinque i nostri spettacoli che possono essere allestiti nei parchi, nei giardini e nei cortili interni o adiacenti alle scuole e biblioteche. A cominciare dalla nuova produzione Alberi maestri kids, un percorso-spettacolo straordinario e stupefacente alla scoperta degli alberi. “Una lezione di scienze e di educazione civica, di quelle capaci di rapire i sensi di bimbi tra i cinque e i dieci anni. Una sinestesia d’esperienze e suggestioni. La prosopopea della natura. L’importanza degli alberi, dei giochi, dei profumi.” Vincenzo Sardelli, Krapp’s Last Post. Alberi maestri kids può svolgersi in parchi, giardini, boschi e in qualunque stagione; la sua fruibilità rispetta il distanziamento sociale poiché gli spettatori camminano in fila indiana distanziati di un metro e mezzo l’uno dall’altro.

Altro spettacolo itinerante nel verde, che prevede le stesse modalità di distanziamento sociale, è E io non scenderò più liberamente ispirato a Il Barone rampante. Possono essere portati in scena all’aperto anche Naso d’argento ispirato alle Fiabe Italiane di Italo Calvino, lo storico spettacolo di ScarlattineTeatro Lunatica, che parla con grande leggerezza e delicatezza ai bambini attraverso le rime di Leopardi, Montale e Rodari, e la nostra nuova lettura animata Favole al telefono: in occasione dei cento anni dalla nascita di Rodari, Campsirago Residenza ha realizzato una lettura originale che non solo coinvolge i bambini in un gioco interattivo, ma che si propone anche di incentivare la voglia di leggere le altre storie e inventarne di nuove. Alla base c’è un lavoro drammaturgico e la rielaborazione dei trucchi che Rodari usava per insegnare ai bambini a inventare storie, espressi nella sua Grammatica della fantasia. Favole al telefono può anche essere realizzato a distanza per singole classi in video conferenza sulle piattaforme didattiche: un modo per portare il teatro nelle scuole e negli istituti culturali anche senza la presenza fisica dell’attore. Attraverso lo strumento della videoconferenza i bambini possono vivere un’esperienza tutti insieme condividendo una proposta che stimola l’immaginario. Gli incontri possono essere anche più di uno, con la proposta di un percorso di due o tre incontri per approfondire gli stratagemmi di Rodari per inventare storie. Una proposta tra laboratorio teatrale e spettacolo nel quale i bambini sono invitati a partecipare collettivamente.

La nostra realtà teatrale sta immaginando forme nuove di spettacoli per bambini e ragazzi e innovative modalità di fruizione anche attraverso gli strumenti digitali, in modo da non interrompere così l’importante rapporto tra i bambini, il teatro e la lettura. A partire da questo filone di ricerca, nasce Il Gatto con gli stivali, uno spettacolo assolutamente unico che unisce, nella fruizione a distanza, il teatro d’attore e il teatro di figura. Il linguaggio pensato per una fruizione attraverso i dispositivi digitali, è un alternarsi di immagini animate e attori che parlano in camera. Non è quindi un video trasmesso, ma uno spettacolo realizzato dal vivo con momenti di interazione tra attore e bambini attraverso dispositivi digitali. Le tecniche impiegate spaziano dal teatro d’ombre al paper theatre, dalla stop-motion al pop-up. Nella programmazione scolastica Favole al telefono e Il gatto con gli stivali possono essere proposti a gruppi classe in presenza in aula oppure a distanza. Nel primo caso gli alunni assistono allo spettacolo su un unico dispositivo in classe. Nel secondo caso gli alunni dell’intera classe parteciperanno e assisteranno insieme allo spettacolo, ma ognuno collegato dalla propria abitazione.

Nel libretto, infine, troverete anche i nostri spettacoli più classici che si caratterizzano per l’agilità a modulare la rappresentazione in base alle esigenze degli spazi e per la possibilità di portarli in scena per piccoli gruppi di spettatori. Tutti gli altri spettacoli si caratterizzano infatti per esigenze tecniche ridotte, adattabilità agli spazi scolastici e rispondono alla necessità attuale di una “didattica a bolle” offrendo l’occasione alle singole classi, dal nido alla scuola primaria, di vivere un’esperienza teatrale emozionante e raccolta.

Molti sono gli spettacoli dedicati alla prima e primissima infanzia (nidi e scuole dell’infanzia, da 0 a 5 anni): dalla nuova produzione Nina e il mare, agli storici spettacoli Sisale, Miloemaya, Carta Canta. Per i bambini un po’ più grandi, della scuola dell’infanzia e della scuola Primaria, proponiamo Little Bang e Non ho l’età, dedicati al mistero dell’universo e del tempo, Angeli di terra, che accompagna alla scoperta della materia e del suono, e Dall’altra parte di ScarlattineTeatro.

A ogni spettacolo può essere abbinato un laboratorio sui temi trattati, concordato e progettato con gli insegnanti, attraverso una programmazione condivisa che risponde alle esigenze dei singoli gruppi e programmi scolastici. Le nostre proposte formative nelle scuole vengono infatti sempre ideate insieme agli insegnanti per proporre percorsi laboratoriali ad hoc per ogni gruppo.

Proponiamo anche progetti di teatro in natura lavorando sulla relazione tra l’azione teatrale, il paesaggio e gli elementi naturali. I laboratori nella natura sono declinabili su una o più giornate e hanno come obbiettivo il ri-connettere le bambine ed i bambini alla natura, attraverso pratiche e di esperienze che mettono al centro la capacità di utilizzare i sensi per entrare in empatia con gli altri esseri che popolano il nostro pianeta: le piante, gli animali, i corsi d’acqua, le montagne.

Tutti gli spettacoli possono essere portati in scena anche nella nostra residenza a Campsirago (Come di Colle Brianza) e nella nostra yurta. Proponiamo alle scuole anche quest’anno La giornata speciale, un’esperienza unica, un’uscita didattica in cui l’incontro con la natura e il teatro si fanno una cosa sola, nella magnifica cornice dei boschi del Monte di Brianza e della nostra residenza La giornata prevede la visione di uno spettacolo, l’esplorazione della natura accompagnati da guide esperte, un’esperienza laboratoriale che vedrà momenti di lavoro corporeo e manipolazione di materiale naturale.

Campsirago Residenza continua infine anche quest’anno i propri progetti di promozione alla lettura, in particolare con proposte di formazione per la lettura ad alta voce e la ricerca bibliografica rivolte a genitori, insegnanti, bambini e ragazzi.

Per tutte le informazioni potete scrivere a:
Francesca Lateana
francesca@campsiragoresidenza.it
Tel. 0399276070

 

Illustrazioni Rossana Maggi